Storie di nessuno

14,00 

Racconti ineditia cura di Luca Pegoraro

Gli Autori:  Marco Bernabeo, Erica Bonansea, Alberto Busca, Giacomo Cavaliere, Jacqueline Dupeyron, Marco Ferreri, Mixa Fortuna, Dave Given, Monica Gorret, Valentina Lanfranchi, Bruna Macaluso, Giuseppe Pantano, Alessandro Perriello, Daniela Pintus, Michele Rampazzo, Chiara Romanello, Roberto Rostagno, Anna Salvadei, Raffaella Scalas
Categoria:
«Perché Fantasia muore?»
«Perché la gente ha rinunciato a sperare e dimentica i propri sogni.
Così il Nulla dilaga.»
(La Storia Infinita, 1984)

Ma cos’è questo Nulla?L’obiettivo di questa Antologia è di analizzare il Nulla, di comprenderlo per comprendere qualcosa su di noi. Le vicende proposte ci trasportano in mondi verosimili, nel tentativo di tendere un filo di parole così resistente da farci attraversare l’abisso, ricordandoci che dentro ogni racconto si manifesta – proprio come nella nostra vita – la sensazione di capire il tutto ma non di comprenderlo appieno.Ogni autore suggerisce molteplici possibilità per allenare il nostro spirito critico, al fine di contrastare o accettare il nostro Nulla e renderci parte attiva di quell’altra storia che viviamo quotidianamente, la nostra.
Dall’introduzione di Luca Pegoraro
 
  L’antologia “Racconti di nessuno” prende in prestito un dialogo cardine de La Storia Infinita, quando la bestia Gmork, alla domanda di Atreyu: «Perché Fantasia muore?», risponde con un lapidario: «Perché la gente ha rinunciato a sperare e dimentica i propri sogni. Così il Nulla dilaga.»Il Nulla che stiamo affrontando è insito in noi, è un Nulla emotivo, un Nulla che sembra volerci allontanare l’uno dall’altro – prima fisicamente e ora mentalmente – rendendo la nostra quota empatica poco più di rugiada destinata a svanire all’alba del nostro deserto relazionale.Ma questo Nulla è dall’esterno che proviene: dalle nostre convinzioni, suggestioni, interpretazioni superficiali, dal continuo delegare ad altri la nostra vita. Il mondo è in continuo mutamento, ma il mondo siamo noi. Il Nulla si espande ogni volta che annulliamo il pensiero critico in favore di chi ci dice cosa è giusto e cosa è sbagliato, donandoci l’illusione di vivere la migliore realtà possibile in questo momento: quella di chi sta dalla parte della ragione.  «Il male è altrove, il male cresce nelle azioni degli altri»: questo ci sussurra il Nulla all’orecchio.E qui entrano in gioco i racconti selezionati, ritagli di realtà che sembrano indicare ai lettori nuovi dettagli, nuove domande. Una su tutte: e se il Nulla ci avesse sussurrato altre parole, parole che invece abbiamo trasformato in ciò che volevamo sentirci dire?L’obiettivo di questa Antologia è di analizzare il Nulla, di comprenderlo per comprendere qualcosa su di noi.Nuovi periodi necessitano di nuove prospettive, ed è attraverso la scrittura e la ricerca di reinterpretare ciò che si crede ovvio che si potrà affrontare – o accettare – quell’immenso Nulla che bussa alle porte della percezione.Ne usciremo dunque migliori?No. Sì. Che importa, in fondo?Il nostro primo passo, ed un motivo di essere per questa antologia, consiste nel mostrare con le parole alcune storture che fingiamo di non vivere, di non sapere: i racconti proposti ci trasportano in mondi verosimili, nel tentativo di tendere un filo di parole così resistente da farci attraversare l’abisso, ricordandoci che dentro ogni racconto si manifesta – proprio come nella nostra vita – la sensazione di capire il tutto ma non di comprenderlo appieno.Ogni autore sembra suggerirci molteplici possibilità per allenare il nostro spirito critico, al fine – una volta terminata la lettura – di contrastare o accettare il Nulla e renderci parte attiva di quell’altra storia che viviamo quotidianamente, la nostra.

Buon viaggio.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Storie di nessuno”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Carrello
  • Il carrello è vuoto.